Prima Rata Canone Rai a Luglio: Sarà di 70 Euro

Assodato ormai che la tassa sulla tv si pagherà nella bolletta della luce, non era ancora esplicito a quanto sarebbe ammontata ogni singola rata. E seppure l’importo totale sarà più basso rispetto al passato, essendo che le prime quattro rate si pagheranno tutte insieme con la prima bolletta successiva al giorno 1° del mese di luglio, sarà ben più alta dei circa 17 euro stimati.

rate canone rai

Dunque non 6 rate del medesimo ammontare, almeno per il 2016, bensì la prima (relativa ai mesi da gennaio ad agosto) sarà di 70 euro, mentre le restanti 2 rate (periodo settembre dicembre) di 15 euro ciascuna.

Anche perchè, erroneamente, ci hanno fatto credere che l’importo da corrispondere sarebbe stato suddiviso in 10 rate, mentre invece, nella maggior parte dei casi, le compagnie energetiche fatturano bimestralmente.

Dunque il costo dell’imposta radio tv si andrà a sommare ai consumi e alle tasse per la fornitura elettrica facendo lievitare l’esborso, abbastanza gravoso per la maggior parte delle famiglie italiane.

Avremo pertanto in bolletta una scheda relativa alla sola tassa tv con indicata la cifra da pagare, e una seconda scheda riguardante invece l’energia consumata e fatturata.

Considerando che, fino all’anno scorso, si poteva pagare il canone RAI in un’unica soluzione o richiederne la rateizzazione.

Da quest’anno invece viene automaticamente frazionato e distribuito nelle bollette elettriche che si pagano nel corso dell’anno.

Per fortuna, allo stato attuale, almeno i pensionati che non superano un importo annuale dell’assegno di 18 mila euro, possono rateizzare tramite trattenuta effettuata automaticamente dagli enti pensionistici, a patto di  darne comunicazione il 15 novembre dell’anno precedente a quello cui l’abbonamento annuale si riferisce, con le modalità fissate da ciascun ente pensionistico.

Per il 2017 e anni successivi, a quanto è dato di sapere al momento, le rate saranno per tutti dieci, a cadenza mensile, di importo pari a 10 euro, anche se generalmente le fatture energetiche sono bimestrali e quindi le famiglie si troveranno 20 euro in più su ogni bolletta, iniziando a pagare fin da gennaio.




Condividi la notizia, potrebbe essere utile a molte persone