Esenzione Canone RAI per Assenza di Segnale

Con un ordine del giorno del Movimento 5 Stelle, datato 14 febbraio 2017, il Consiglio regionale ha chiesto al Governo la sospensione del pagamento del canone Rai a tutti i cittadini che non possono usufruire del servizio per assenza di segnale, dovuto al malfunzionamento o all’assenza dei ripetitori, motivi questi che  impediscono di vedere la tv.

Dunque niente più tassa televisiva per le zone del Piemonte in cui non arriva il segnale della tv di Stato, che secondo gli ultimi rilievi rappresenterebbero il 14% del totale delkle aree sopratutto montane.

Segnale Tv assente

In passato già altri ci avevano provato a chiedere lo sconto sull’imposta tv per segnale assente o debole per mezzo di un’interrogazione parlamentare sottoposta da ben 6 deputati e rivolta ai ministeri dello Sviluppo Economico, dell’Economia e delle Finanze.

Ovviamente affinchè il temporaneo esonero dall’esborso del corrispettivo dovuto da chi possiede un apparecchio televisivo venga autorizzato, bisognerà attendere il via libera dell’esecutivo.

Il Governo è stato esortato anche ad aumentare il numero di ripetitori, potenziarne l’efficienza eventualmente anche per mezzo dell’acquisto di frequenze satellitari dedicate affinchè il problema venga risolto il prima possibile e, si spera, in maniera definitiva.

Secondo Federico Valetti, consigliere regionale del partito pentastellato, è grave ed inaccettabile che i cittadini siano costretti a pagare per un servizio di cui non possono usufruire.




Condividi la notizia, potrebbe essere utile a molte persone