Canone Rai: Via Libera dal Consiglio di Stato

Sono state apportate le dovute modifiche al decreto attuativo sulla tassa televisiva con l’approvazione definitiva da parte del Consiglio di Stato che rende ufficiale il pagamento del nuovo canone rai nella versione 2016. Di seguito tutte le novità in proposito.

Via libera sul Canone Rai

In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo che ne certifichi l’entrata in vigore, c’è la certezza che si inizierà a pagare a partire dal mese di luglio, per mezzo di rate, che saranno inserite nella bolletta della luce.

Oltre a ciò, il Ministero per lo Sviluppo Economico, ha specificato anche cosa si intende per apparecchio televisivo, cercando di fugare il dubbio in proposito, visto che nel decreto attuativo non veniva fatto alcun cenno.

Ed anche se il seguente aspetto era già piuttosto esplicito, così come riportato nell’articolo 1, comma 153, lettera b, della legge 208/2015, è stato ulteriormente sottolineato il fatto che il canone televisivo è dovuto una sola volta, indipendentemente dal numero di apparecchi detenuti in casa.

Un passo in avanti è stato compiuto anche per tutelare maggiormente i dati personali degli utenti, tramite inserimento nel testo del decreto, di un apposito articolo che specifica dettagliatamente gli adempimenti a carico delle imprese elettriche.

Rassicurazioni sono arrivate anche riguardo la divulgazione delle norme sul pagamento del Canone RAI, che avverranno con apposite disposizioni.

In ultima analisi è stato spiegato che, nel caso in cui le società energetiche dovessero addebitare erroneamente un doppio canone, il contribuente avrà facoltà di specificare che già paga per un’utenza diversa.




Condividi la notizia, potrebbe essere utile a molte persone