Canone Rai: Attenzione Alle Truffe in Email

Dopo i falsi incaricati Rai, ora è la volta dei messaggi di posta elettronica truffaldini che invitano a scaricare la fattura della tassa televisiva. Peccato che si tratti di un falso che mette a rischio i computer dei malcapitati. Cliccando sull’allegato infatti, ci si becca un bel virus.

Come sempre accade, gli imbroglioni se ne inventano sempre di nuove, sopratutto quando si tratta di un tema caldo come quello riguardante il canone televisivo, che coinvolge milioni di cittadini italiani.

Finta Email Virus Canone Rai

In proposito, uno dei punti fermi di cui ormai tutti siamo al corrente è che per il 2016 l’imposta tv si pagherà con la bolletta della luce.

Ma siccome ci sono ancora diversi aspetti da chiarire, qualche ciarlatano ha pensato bene di inviare un messaggio di posta elettronica a chissà quante migliaia di persone, invitandole a fare il download della bolletta allegata alla mail.

Il testo della mail incriminata, che per sembrare più veritiera riporta anche il logo Rai, come si può vedere anche nell’immagine riportata sopra, dice quanto segue:

Gentile Contribuente,
Il canone di abbonamento alla televisione e’ dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo (art. 1 del R.D.L., n. 246/38) e si paga una sola volta all’anno e una sola volta a famiglia, a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione.

Vi comunichiamo che l’ammontare del canone speciale e di Euro 100,00 (non piu’ 113,50) .

Scarica la fattura.

Cosa succede se si prende per buono il messaggio? Ovviamente non c’è alcuna fattura da scaricare, bensì un bel virus che potrebbe creare danni irreparabili al computer del malcapitato cittadino, che potrebbe ritrovarsi a perdere la maggior parte se non tutti, i dati e i documenti presenti sul proprio pc.

Dunque prestare molta attenzione e nel caso si riceva un messaggio di questo genere (tenendo conto che le varianti possono essere diverse), cancellarlo immediatamente senza aprirlo, magari sponstandolo nella cartella spam.

 




Condividi la notizia, potrebbe essere utile a molte persone