Canone Rai e Tv Usata Solo come schermo

Chiarimenti riguardanti il pagamento del canone rai in caso di utilizzo del televisore solo come schermo per il computer oppure per la visione di videocassette o altri contenuti in formato cd/dvd, oppure come schermo pc o monitor per videogame.

tv usata come schermo

In molti si chiedono se nell’ipotesi appena evidenziata si debba pagare la tassa televisiva; la risposta è affermativa, ovvero è obbligatorio corrispondere l’importo dovuto, così come indicato all’art. 1 del R.D.L.
del 21/02/1938 n. 246.

Dunque, anche nel caso in cui la destinazione dell’apparecchio televisivo sia ad uso diverso, restandone comunque presente l’adattabilità alla ricezione delle trasmissioni televisive, non viene meno l’obbligo di corrispondere il canone.

Ciò è ribadito anche dalla Sentenza  della Corte Costituzionale 12/5/1988 n. 535 e dalla Sentenza della Corte di Cassazione 3/8/1993, n.8549) da cui si evince che il canone dev’essere corrisposto da chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo.

Per tali motivi è evidente che il pagamento del canone è indipendente dalla visione o meno dei programmi Rai.

Bisogna altresì precisare che la normativa si riferisce al servizio di radiodiffusione, ovvero non si applica a tutte le altre forme di distribuzione del segnale audio-video.

In altre parole, non è incluso lo streaming via internet, semplicemente perchè non si tratta di segnali radiodiffusi.

Occorre, dunque, la presenza di un vero e proprio ricevitore, composto da un’antenna, un sintonizzatore capace di operare sulle bande previste dallo standard di radiodiffusione, un decoder (apparecchio atto).

Vengono definiti invece apparecchi adattabili tutti quelli che includono uno sintonizzatore pur essendo privi di uno o più degli altri componenti suddetti.

Questo sta a significare che non solo la tv è un apparecchio atto a ricevere il segnale, ma anche una radio, portatile o meno, un cellulare dotato di sintonizzatore DVB-H.

Invece gli apparecchi adattabili sono le chiavette USB con tuner TV, i decoder per il digitale terrestre o tutti i media player dotati di un sintonizzatore.

Attenzione perchè la titolarità di un contratto per la visione di trasmissioni tramite
satellite o via cavo non esonera dal pagamento del canone tv.




Condividi la notizia, potrebbe essere utile a molte persone