Addebito Errato del Canone Rai: Cosa Fare

l’Avvocato Patrizia Polliotto, Fondatore e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori, la più antica unione di consumatori italiana, operante dal 1955, interviene a far chiarezza su come comportarsi in caso di addebito errato del canone Rai.

La Polliotto spiega che è la stessa Agenzia Delle Entrate a comunicare sulla propria pagina Facebook  che in caso di addebito errato sulla propria bolletta elettrica si potrà estrapolare da essa il costo del canone Rai  e pagare solo la relativa spesa del consumo elettrico come parziale  pagamento.

addebito errato canone rai

Nella maggior parte dei casi basta indicare nella causale del pagamento cosa in realtà si intende pagare.

A quel punto sarà compito della società elettrica comunicare all’Agenzia delle Entrate l’avvenuto pagamento parziale e  spetterà alla stessa Agenzia delle Entrate effettuare i successivi riscontri sulle singole posizioni.

Questo è un cambiamento molto importante in quanto, mentre prima il cittadino doveva comunque pagare e dopo chiedere spiegazioni e un possibile rimborso su ciò che era successo, ora invece ha la facoltà di opporsi ad un errato addebito e pagare solo quanto realmente dovuto.

La Polliotto conclude affermando che “Il contribuente può disfarsi del bollettino recapitatogli e compilarne uno nuovo senza tenere conto dell’importo del Canone Rai”.

Pertanto, tutte le società elettriche che riceveranno il pagamento di una bolletta “parziale” dovranno semplicemente trasferire la pratica all’Agenzia delle Entrate che gestirà la segnalazione.

Nel caso in cui il contribuente abbia invece già provveduto a pagare per intero la somma richiesta nella bolletta, potrà chiedere il rimborso per l’importo del canone secondo le specifiche modalità che verranno indicate in un apposito provvedimento, di prossima emanazione, del Direttore dell’Agenzia”.




Condividi la notizia, potrebbe essere utile a molte persone